Un meritato riconoscimento

Sabato 26 gennaio  Bergamo Bike Polo, rappresentata dal vicepresidente Corbe e dai consiglieri Mauro e Stiba, è stata invitata dalla UISP (come saprete di certo, l’ente a cui la nostra ASD è affiliata) a ritirare un premio di riconoscimento “per aver creato un’associazione sportiva innovativa di uno sport minore”. Oltre a noi sono state premiate altre associazioni come Mountainboard, Ultimate Frisbee, Monociclo, Parkour (la bergamasca è più viva di quanto sembri…).

Per quanto ci riguarda ritira il premio il nostro vicepresidente Corbellini che, dopo essersi preparato a dovere sia l’acconciatura sia il discorso, si accomoda al microfono e tiene la sua conferenza stampa raccontando la storiella dell’India, delle Olimpiadi e di Seattle… ma aggiunge anche come il bike polo stia diventando sempre più strutturato, bisognoso di impianti e di relazioni con le amministrazioni locali (vedasi il post “differenze” di qualche settimana fa).
Nel nostro piccolo ci portiamo a casa, oltre a un bel pezzo di plastica pieno di significato, la rubrica arricchita da un paio di contatti in più e la conferma di suscitare attenzione e curiosità, forse anche grazie al fascino che da sempre la bicicletta emana.
Per onor di cronaca dobbiamo dire che, oltre alle premiazioni, il congresso è servito per eleggere il nuovo presidente del comitato UISP di Bergamo… che, sempre per onor di cronaca, è l’ex presidente di Bergamo Sport S.p.A…. (chi non ha orecchie per intendere veda di nuovo il post “differenze“).

Il congresso si è concluso con lauto pasto offerto in trattoria (viva laZia BB* con l’occhio di riguardo per gli amici vegetariani) ed estrazioni di premi (chi scrive si è aggiudicato 3 notti in val di Fassa!!)

Un’ultima riflessione: il premio è stato dato per il solo fatto che esistiamo… perché siamo una ASD… perché nello statuto c’è scritto che “promuoviamo attività sportive”…. non perché abbiamo fatto chissà che cosa.
Ora: ci accontentiamo o vogliamo fare qualcosa di più? Che cosa? Come? Siamo tutti d’accordo sul fatto che il bike polo sia uno sport? Sappiamo cosa comporta essere una ASD? Ce ne frega qualcosa rispondere a queste domande o l’importante è fare?

*BB-Big Breast

P.S.
La sera stessa si parlava dei guanti lacrosse appena arrivati dalla Germania e ci siamo resi conto che, a conti fatti, probabilmente in Italia ci sono più polisti che giocatori di Lacrosse. Però, a conti fatti, la Federazione Italiana Giuoco Lacrosse esiste dal 2007.

image

One thought on “Un meritato riconoscimento

  1. infatti nel trofeo si vede chiaramente un giocatore di bike polo che solleva una ruota sopra la testa, appena prima di sbatterla con violenza su di un basello, nel tentativo di raddrizzarla.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...